• c812647

Cristina Longano

L'esperienza su Gudgeon nell'estate 2015 è partita all’insegna di un grandioso successo! Finalmente dopo anni di tentativi andati a vuoto sono riuscita a convincere la parte più riluttante della mia famiglia (il mio compagno Ezio) a seguirmi per mare. La conditio sine qua non per prendere il largo era Vanni e la sua barca. ala metà di agosto siamo volati a Lisbona e poi giù con il treno fino a Villa Real di Sant'Antonio e ci siamo imbarcati. In quel punto Portogallo e Spagna si guardano sottecchi e si scambiano benevoli sorrisi di circostanza. Un Fiume placido li divide e ne accompagna i confini dall'entroterra fino all'oceano.

La nostra vacanza nei primi giorni della prima settimana si è snodata lì, lungo quel fiume in direzione nord con navigazione lenta e sicura attenti solo ai bassi fondali. Nel tragitto abbiamo incontrato poche barche. La maggior parte di loro è ormeggiata da mesi, forse da anni, in attesa di un risveglio. L’atmosfera è rarefatta e un po’ retrò. Risalendo il fiume unici suoni il motore che rumina a 4 nodi e la mia voce che legge l’Isola del Tesoro.

Poche ore ed ecco la nostra meta: due paesini bianchi e incantati arrampicati sulle colline che si specchiano nelle molli acque del fiume. Visitiamo entrambi e ci perdiamo per un paio di giorni tra vicoli, spiagge, feste, canti, rossi tramonti e indimenticabili e indimenticate abbuffate di pesce!

Tornati a Villa Real decidiamo di allungarci lungo la costa atlantica e ci dirigiamo verso Oliao e da lì all’isola di Culatra. Sabbiabiancalucebludunecaldocannealventovelepescatoriportobirraostriche: Culatra in una parola. E osando di più dico incantevole e sincera, luminosa e quieta, spazzata dal vento dell’oceano a sud e protetta dalle acque calme della laguna a nord dove trovano riparo le barche a vela e i catamarani.

Rimaniamo a Culatra un paio di giorni e poi Ezio e Susanna tornano in Italia e il capitano e io prendiamo il mare prima verso ovest e poi ancora est di nuovo Culatra (difficile da dimenticare) e villa Real e, tra manovre in porto, virate, strambate, bolina e gran lasco mi regalo la mia tanto anelata settimana di corso di vela con istruttore a mia completa disposizione. Che Lusso! che Pacchia! che Vita! Assolutamente da rifare! e infatti....

83 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
"IL MIGLIOR MODO DI VIVERE E DI VIAGGIARE!"

La mia storia LaLa

Un sogno nel cassetto da anni, coltivato e nutrito incessantemente. Le prime uscite al Garda (1993); l'Adriatico con Trieste, l'Istria,  il Quarnaro, le Incoronate (1995/2000); il Tirreno, con  Sardegna (2003),  Isola d'Elba, Capraia, Corsica, (Settimana Azzurra 2004/2007); Plymouth (2008/09), La Manica e Brest (2010), Bretagna 2011, Golfo di Biscaglia (da La Rochelle a Santander 2012);   Galizia, Isla de Cies, Vigo, Porto 2013.

2014 costeggiato, andata e ritorno, tutto il Portogallo.

La mia visione

Il piacere di navigare, scoprire e vedere il mondo dall'acqua.

Un tuffo nel passato ed un salto nel futuro. Condividere emozioni attraverso la vela, la storia, la natura, la fotografia e la cucina.

Non voglio essere un fornitore di servizi ma  un "host" che presenta mondi appena scoperti  a persone che condividono interessi e ritmi, senza lo stress del turista, con l'occhio del viaggiatore.

 © 2016 by Vannidimare. Proudly created by vanni